Il colosso di internet, Google, ha ufficialmente dichiarato un aggiornamento delle proprie direttive riguardanti la pubblicità di criptovalute e prodotti connessi negli Stati Uniti. L’obiettivo primario consiste nell’autorizzare la promozione da parte degli inserzionisti che offrono Cryptocurrency Coin Trust specificamente indirizzati al mercato statunitense. L’entrata in vigore della nuova politica è programmata per il 29 gennaio 2024. Allo scopo di chiarire il concetto di Cryptocurrency Coin Trust, Google ha fornito un esempio non esaustivo, identificandoli come “strumenti finanziari che consentono agli investitori di scambiare quote di trust contenenti ampi portafogli di valute digitali“. Inoltre, Google ha precisato che i potenziali inserzionisti dovranno sottoporsi a un processo di certificazione per poter diffondere annunci relativi alle criptovalute. Nello specifico, questa certificazione richiede il possesso di una licenza appropriata rilasciata dall’autorità locale competente all’inserzionista. Inoltre, i prodotti, le pagine di destinazione e gli annunci devono soddisfare tutti i requisiti legali locali del Paese o della regione in cui l’inserzionista desidera ottenere l’approvazione. Infine, il comunicato di Google conclude con le azioni che saranno intraprese nel caso di violazione di questa politica. A tale proposito, il motore di ricerca prevede l’emissione di un avviso con almeno sette giorni di preavviso prima di qualsiasi sospensione dell’account. 

Leggi l’articolo completo qui.