A Rosario, la terza città più popolosa dell’Argentina, un proprietario locale e un inquilino hanno recentemente stipulato un contratto di locazione che prevede il pagamento del canone mensile in Bitcoin (BTC). L’accordo, il primo del suo genere in Argentina, è stato reso possibile grazie alle recenti modifiche legislative introdotte dalla nuova amministrazione presidenziale. Il contratto prevede un pagamento mensile di 100 dollari in Bitcoin. Per effettuare i trasferimenti mensili, l’inquilino utilizzerà Fiwind, una piattaforma crypto locale. Entrambe le parti coinvolte nel contratto sono descritte come utenti esperti di criptovalute.Le modifiche legislative riguardanti gli affitti in Argentina sono state apportate dal presidente appena eletto, Javier Milei, che ha trionfato nelle elezioni generali di novembre 2023 in un contesto di inflazione diffusa nel Paese.

Leggi l’articolo completo qui.