Il Parlamento Europeo ha votato per l’approvazione di nuove disposizioni che istituiscono requisiti procedurali formali per le società operanti nel settore delle criptovalute, con l’intento di contrastare attivamente il fenomeno del riciclaggio di denaro. Queste nuove normative puntano a potenziare le “pratiche di verifica delle informazioni e i protocolli di identificazione” per i clienti, includendo anche soggetti come i gestori di cripto-attività. Inoltre, tali soggetti saranno tenuti ad avvisare le autorità competenti di qualsiasi attività sospetta. La legislazione approvata il 24 Aprile avrà un impatto significativo sui fornitori di servizi legati ai crypto-asset service provider (CASP), come le piattaforme di scambio centralizzate regolate dal MiCA (Regolamento sui Mercati delle Cripto-Attività) e su diverse altre entità, tra cui i servizi di gioco d’azzardo. Il MiCA rappresenta un quadro normativo introdotto dall’Unione Europea per supervisionare le attività digitali e i relativi mercati. Approvato nel Giugno 2023, è previsto che diventi pienamente operativo entro la fine dell’anno. Una nuova istituzione, la Authority for Anti-Money Laundering and Countering the Financing of Terrorism (AMLA), è stata incaricata di vigilare sull’attuazione delle nuove disposizioni. La sede sarà situata a Francoforte. Tuttavia, la legge deve ancora ricevere l’approvazione formale da parte del Consiglio e non è stata ancora pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea.

Leggi l’articolo completo qui.